Vinificazione

Razionalizzare una passione è sempre un compito impegnativo ed è stato proprio ciò che Ronco Calino ha affrontato sin da subito, ormai più di vent’anni fa, quando è nata. Per riuscire ad ottenere vini di pregevole valore come esigeva il suo proprietario Paolo Radici, era fondamentale affiancare all’entusiasmo razionalità, conoscenza e tecnologia.

vasche-inox

Da qui la filosofia di coltivare il vigneto armonizzando i cicli della natura, con tecniche produttive che preservino al massimo le qualità organolettiche e la stessa salubrità del vino, la decisione di mantenere l’inerbimento naturale tra i filari perché la variabilità delle essenze erbacee crea un habitat naturale per diverse tipologie di insetti, un piccolo ecosistema autonomo dove si generano le condizioni ideali per una “lotta integrata” e per creare biodiversità.

_MG_3693

E ancora la scelta di una vinificazione parcellizzata – piuttosto singolare all’epoca in Franciacorta – che consiste nell’individuare, all’interno di una stessa area, microzone e parcelle con caratteristiche diverse per clone, suolo, pendenza ed esposizione e nel pianificare vinificazioni separate per ogni singolo vitigno, anche per piccole quantità (5 o 10 quintali di uva).
Grazie alle particolari dotazioni tecniche della cantina come vasche di diversi dimensionamento e capienza (compresi tra 15 e 75 ettolitri) e barrique di rovere francese, il processo di vinificazione separata prosegue per un periodo di circa sei mesi dopo la vendemmia: le uve vivono una prima fase di maturazione separate dalle “sorelle” e vengono assemblate poco prima dell’imbottigliamento, al momento della creazione della cuvée più consona alla tipologia che si intende ottenere (Satèn, Brut, Millesimato, Nature, Rosé).

“Per noi il vino è un organismo che respira, pulsa, e ogni vite ha una sua propria anima che solo chi ha amore per la terra e il buon vino sa riconoscere e rispettare.” – afferma Leonardo Valenti, agronomo ed enologo di Ronco Calino – “Con la vinificazione parcellizzata riusciamo a rispettare le peculiarità di ogni vitigno valorizzandone gusti, profumi e tonalità. Anche la tecnologia di cui è dotata la cantina viene impiegata con l’obiettivo di ridurre gli interventi sul prodotto e garantirne così la naturalità. I Franciacorta di Ronco Calino si prestano infatti ad invecchiamenti più lunghi, sono estremamente longevi e hanno un bouquet ricco e persistente.”

Uno dei nostri principali obiettivi è dare ai nostri vini un perlage estremamente fine ed elegante; per questa ragione, monitoriamo giornalmente la velocità di presa di spuma e, in caso di necessità, rallentiamo il processo abbattendo la temperatura della sala. Per scelta, il periodo di affinamento sui lieviti viene inoltre prolungato di almeno 12 mesi, in base a quanto imposto dal disciplinare di produzione, che stabilisce almeno 18 mesi per Brut, almeno 24 mesi per Satèn e Rosé, almeno 30 mesi per i Millesimati e almeno 60 mesi per le Riserve.
Se la passione ha dato vita ad un sogno, la conoscenza lo ha reso realtà. Solo non lasciando nulla al caso, le uve sono in grado di trasformarsi vini eccellenti.

_MG_5302 _MG_5261-(1)